Il metodo Playback Theatre - DLM PARTNERS

Vai ai contenuti

Menu principale:


Metodologia del Playback Theatre

Ideato da J. Fox, si ispira al teatro della spontaneità di J. L. Moreno. È una forma teatrale che vede in scena un conduttore, uno staff di attori e una sezione musicale. Il conduttore fa da anello di congiunzione tra pubblico e attori/musicisti, egli raccoglie le storie e le porge allo staff che, improvvisando, le mette in scena. Al termine della messa in scena di ciascuna storia, chi ha raccontato ha l’ultima parola e può esplicitare se si sia riconosciuto o meno nella proposta fatta dagli attori. Questi non hanno il compito di rifare bene, ma di fare una loro proposta che colga elementi di novità. Questo strumento è particolarmente efficace in contesti organizzativi e per lo sviluppo di comunità.

Gli elementi costitutivi del Playback theatre sono storytelling, teatro sociale e d'improvvisazione e psicologia sociale e delle organizzazioni.

La performance è di fatto un processo di gruppo in cui vengono condivise e rappresentate le storie dei singoli narratori per co-costruire un senso più ampio di comunità. I ruoli chiave del processo sono: conduttore, performer -attori e musicista-, narratore e pubblico.

Il conduttore ha il compito di:
  • Introdurre e ricondurre al tema scelto con la committenza;
  • Riscaldare il pubblico al ruolo di narratore e al tema;
  • Dare voce ai diversi ruoli presenti (maschi e femmine, diversi ruoli aziendali, generazioni, ecc.);
  • Evidenziare le connessioni tra le storie e sottolineare la complementarietà dei punti di vista;

gli attori e il musicista:
  • Sono professionisti e formatori esperti in metodi attivi;
  • Sono addestrati all’improvvisazione;
  • Hanno il compito di dare dignità artistica alle storie del pubblico e di onorarle;
  • Sanno ascoltare in chiave sistemico relazionale e evidenziano le implicazioni a livello personale e organizzativo;
  • Conoscono il tema e condividono gli obiettivi della committenza;

il pubblico e narratore, i protagonisti dell’evento:
  • Condivide i vissuti legati al tema proposto;
  • Riflette sui diversi punti di vista a cui la scena dà forma e voce;
  • Si rispecchia e matura auto-consapevolezza;
  • Si sente riconosciuto dall’organizzazione;
  • Comprende meglio il quadro di insieme;

Il playback theatre può essere utilizzato sia come forma di spettacolo, sia come metodologia per workshop e formazioni.

Per maggiori informazioni contattate direttamente Davide Motta e seguiteci su YouTube, Linkedin, Facebook e Twitter

Feedback

Il nostro studio ha l'obiettivo di garantire un servizio di alta qualità che aiuti i nostri clienti a fare la differenza in termini di performance, sostenibilità e generazione di valore per la comunità. Per questo motivo il vostro feedback e i vostri suggerimenti sono per noi uno strumento importante per elevare costantemente la qualità dei nostri servizi e rendere sempre più sostenibile ed equa la nostra filiera. In quanto B Corporation® il nostro studio sceglie di privilegiare fornitori che siano certificati come B Corporation® o che siano esplicitamente impegnati nella generazione di valore per la comunità e l'ambiente.

We are committed to offer a service that will help our clients to make the difference in performance, sustainability and value generation for the community. For this reason your feedback and inputs are a precious tool to constantly improve the quality of our services and make our supply chain always more fair and sustainable. As a Certified B Corporation® our firm chooses to prefer suppliers that are Certified B Corporation®s as well, or that are explicitly committed to generate value for the community and the environment.


 
Torna ai contenuti | Torna al menu